Sulla Valutazione della Ricerca

0

La Simai promuove l’apertura di un dibattito sul tema della valutazione della ricerca.

In linea di principio, i soggetti coinvolti nella ricerca dovrebbero essere impegnati a migliorare  i propri livelli di qualita’ sia in termini di prodotti della ricerca, sia per quanto riguarda l’individuazione di tematiche che possono avere un impatto importante nella ricerca scientifica, e sia rispetto alla competizione internazionale.
La competizione a livello nazionale e internazionale va vista come elemento di progresso, in riferimento all’assunzione che i risultati di una ricerca di qualità rappresentano una risorsa per le nazioni. In tal senso anche la scelta dei temi di ricerca dovrebbe tener conto di vari elementi quali le risorse disponibili, le esigenze del paese, la capacita’ di attrarre giovani intellettualmente dotati e anche la capacita’ di creare posti di lavoro.
La valutazione della ricerca puo’ contribuire al processo virtuoso prima delineato superando gli aspetti, generalmente negativi, della auto referenzialita’.  Questa va anche riferita alla progressione di carriera dei giovani coinvolti nella ricerca. Di fatto una nazione che intenda valorizzare le proprie risorse, deve anche operare a valorizzare il capitale umano fatto di risorse intellettuali.
Probabilmente in questa seconda meta’ dell’anno in corso verra’ avviato un processo di valutazione ad ampio spettro riguardante Soggetti, Dipartimenti, Atenei e Istituti. Si tratta di un processo piu’ ampio di quello condotto nel 2003 che, come noto, e’ rimasto nel cassetto. I criteri con cui avverra’ questo processo non sono del tutto chiari, tuttavia e’ certo riguarderanno tutti i soggetti coinvolti nella ricerca e non solo una selezione di questi come avvenne nel 2003. I grandi numeri di elementi da valutare daranno spazio all’uso di indicatori piuttosto che a valutazioni soggettive.
Sulla validita’ degli indicatori la comunita’ scientifica, in particolare quella matematica, e’ divisa. Tuttavia, ritengo piu’ utile comprendere e controllare il meccanismo, piuttosto che  negare a priori alcuni metodi di valutazione. E’ probabile che la partita in gioco abbia un effetto significativo sul futuro della ricerca, sia nella dinamica dei finanziamenti,  sia nei processi di selezione.  La SIMAI  e’ attenta a questo tema delicato.
Si riporta qui un documento della Presidenza SIMAI con lo scopo di approfondirlo e arricchirlo anche con il contributo di idee dei soci. Siamo tutti consapevoli della delicatezza del tema, in quanto centrale rispetto al futuro dei giovani ricercatori e forse dello sviluppo (o regresso) del paese.

Nicola Bellomo

Si allega inoltre un documento sulla valutazione elaborato dal MINISTERIO DE EDUCACIÓN della Spagna in data 7 dicembre 2010.

▼ Download: BOE-A-2010-18882.pdf (179.55 KB)